Ula dipendenti: cosa sono, come si calcolano quelle a chiamata o distaccati?

In alcuni casi ci si imbatte in parole o acronimi di cui non si conosce il significato: ad esempio leggendo un bando pubblico o la documentazione relativa ad un finanziamento agevolato può capitare di trovare il termine ULA. Ma cosa sono questi ULA? Qualcuno sa che si fa riferimento ai dipendenti di un’impresa, ma come si calcolano quelli a chiamata o quelli distaccati?

Cosa sono le ULA e quali dipendenti vanno tenuti in considerazione

La sigla ULA sta per Unità Lavorative Annue ed esprime il numero complessivo delle persone occupate all’interno di un’impresa in un anno. Bisogna subito chiarire cosa si intende per occupati: vengono considerati tali i dipendenti che sono iscritti nel libro matricola dell’impresa e che sono legati all’impresa stessa da un contratto (sia a tempo determinato che a tempo indeterminato) che prevede il vincolo di dipendenza. Vengono considerati dipendenti dell’impresa (e quindi rientrano nelle ULA) anche gli imprenditori individuali e i soci che svolgono regolarmente un’attività nell’impresa e che per questo percepiscono un compenso (esclusa la partecipazione agli organi amministrativi societari). Non vengono conteggiati nelle ULA gli apprendisti che hanno un contratto di apprendistato, le persone che hanno un contratto di inserimento o di formazione, gli interinali. Non rientrano nel calcolo neanche i dipendenti che sono posti in cassa integrazione straordinaria.

Il calcolo delle unità lavorative annue viene fatto su base mensile (viene considerata “mese” l’attività lavorativa che viene prestata per almeno 15 giorni); i lavoratori part-time vengono calcolati come frazione di unità lavorativa in base al rapporto tra le ore di lavoro previste dal loro contratto e quelle previste dal contratto collettivo di riferimento. Facciamo un piccolo esempio:

  • il contratto collettivo di riferimento prevede 36 ore di lavoro settimanali per 12 mesi all’anno;
  • il contratto part-time ti Tizio prevede 18 ore di lavoro a settimana per 9 mesi;
  • per calcolare Tizio in termini di ULA bisogna fare (18 ore : 36 ore) x (9 mesi lavorati : 12 mesi);
  • nel calcolo delle ULA dell’impresa Tizio varrà 0,375.

Come si calcolano i dipendenti a chiamata e i dipendenti distaccati?

Ma per quanto riguarda i lavoratori a chiamata? In caso di lavoro intermittente la frequenza non è predeterminata, ma questi lavoratori devono essere considerati quando si fa il calcolo della forza media al fine di determinare l’incremento occupazionale (per il calcolo dell’anno precedente i lavoratori a chiamata si conteggiano per i giorni di lavoro effettivamente prestati). Per quanto riguarda i lavoratori distaccati bisogna dire che vengono esclusi da calcolo ULA quelli che sono presso altri per più di sei mesi all’anno (in questo caso sarà il datore di lavoro distaccatario a doverli conteggiare).

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close