Posted on

Ecco i consigli per scegliere il conto corrente online più adatto alle tue esigenze

I conti correnti sono lo strumento bancario a cui si ricorre di più, per depositare i propri soldi ed effettuare le operazioni finanziare necessarie. Attualmente, è possibile ricorrere a dei conti correnti online, che si possono aprire facilmente, ma per valutare quale sia il migliore, occorre basarsi su degli specifici criteri.

Come si sceglie il proprio conto corrente?

Per scegliere il proprio conto corrente, che sia per via internet o ad una filiale della banca, è importante considerare dei determinati fattori. La prima cosa da valutare è la differenza tra il conto corrente tradizionale e quello online. Questi ultimi, infatti, sono più convenienti in merito ai costi di gestione e la sua aperta può essere effettuata completamente in rete, ma per ulteriori chiarimenti non è possibile chiedere consiglio ad un operatore bancario. In pratica, il conto online è più veloce e pratico da aprire e gestire, rispetto a quello bancario.

La prima cosa da fare, è paragonare i diversi conti offerti, in modo da scegliere quello che sia più adatto alle proprie esigenze.

Online, inoltre, è possibile trovare dei conti a zero spese, il che significa che il canone non è compreso, ed operazioni come prelievi e bonifici sono gratuiti, ma bisogna fare attenzione: alcuni conti online sono gratuiti per il primo ed il secondo anno, e successivamente potrebbero richiedere un canone mensile o annuale, per il conto di per sé o per uno dei servizi offerti, come le carte di debito o credito. Certo, i conti con un tasso d’interesse, possono permettere al risparmiatore di ottenere dei rendimenti, ed anche questo è un fattore da non sottovalutare.

Ai conti, spesso vengono legati dei prodotti, a costo zero, come i bancomat, ed anche questi strumenti accessori sono da valutare, quando si sceglie il proprio conto corrente. Lo stesso discorso vale per i servizi aggiuntivi, come l’accreditamento di stipendio o pensione, il pagamento delle bollette e i versamenti periodici, la maggior parte dei quali possono vengono richiesti soprattutto dei pagamenti.

Qual’è il conto corrente migliore?

Ognuno deve scegliere il proprio conto corrente in base alle sue necessità, ma alcuni siti online, che trattano l’argomento, ne hanno evidenziati alcuni, come:

  • CheBanca, dal canone e dal bollo gratuito, e i cui servizi comprendono una carta di debito, sempre gratis, e una carta di credito, con canone di 24 euro, ma azzerabile;
  • Conto Arancio, emesso dalla banca ING Direct, le cui spese sono gratuite e permette di prelevare a tutti gli sportelli bancari europei;
  • My Genius, rilasciato dall’Unicredit, in cui il canone mensile è di un euro, la carta di credito di nove, ed offre la possibilità di ottenere un buono sconto di 150 per il sito Amazon;
  • Credit Agricol, offerto dall’omonima banca, il cui canone della carta di credito è gratuita per il primo anno;
  • Widiba, gratis per i primi due anni, e vi si può accedere tramite app, con un riconoscimento vocale;
  • Buddybank, che si può aprire gratuitamente, ma che pagando 9,90 euro al mese, può offrire molti più servizi di quelli già offerti;
  • Conto Corrente N26, sempre con canone gratuito, che prevede la possibilità di effettuare prelievi e bonifici in Europa;
  • Websella, che si può aprire in cinque minuti, e offre diversi premi;
  • Webank, con zero spese e zero canoni (compresi quelle delle carte), i cui interessi netti sono di 2,22 euro;
  • Hello Bank, emesso dal gruppo BNP Paribas, completamente gratuito, e con un interesse netto lordo pari all’1 %;
  • Hype, sul quale è possibile versare fino a 2500 euro all’anno. Per importi maggiori si deve pagare il bonus di un euro, con il quale è possibile caricarlo fino a 50,000 euro l’anno.