Posted on

Tributo 3914: cos’è, significato e uso

Visto che è uno dei più ricorrenti molte persone si chiedono qual è il significato del codice tributo 3914. Come ben sappiamo, quando si devono effettuare dei pagamenti di tasse, imposte e cose simili bisogna compilare il modello F24 utilizzando degli specifici codici tributo, ognuno dei quali, come si po’ facilmente intuire dal nome, fa riferimento ad un tributo. Cerchiamo di capire cos’è il codice tributo 3914 e come farne un uso corretto.

Significato del codice tributo 3914

Il codice tributo 3914 è uno di quelli utilizzati più di frequente perché fa riferimento all’IMU, e in particolare all’IMU sui terreni (che possono essere ad uso totalmente agricolo oppure no). L’imposta Municipale Unica è dovuta sia per gli edifici che per i terreni: una parte dell’importo è destinato alle casse del Comune nel cui territorio si trovano i terreni per cui si sta pagando l’imposta, mentre una parte è destinata alle casse dello Stato. Per questo motivo il codice tributo 3914 (che fa riferimento all’IMU sui terreni da pagare al Comune) è sempre affiancato dal codice 3915 (che f riferimento all’IMU sui terreni da pagare allo Stato). È necessario indicarli entrambi quando si compila il modello F24, perché se se ne inserisce uno solo in pratica si sta escludendo il pagamento dell’altra parte dell’imposta (per la quale si diventerebbe insolventi).

L’uso corretto nella compilazione del modello F24

E a proposito di Modello F24, vediamo come deve essere impiegato il codice tributo 3914 nella sua compilazione. Dopo aver inserito i propri dati, il contribuente deve individuare la sezione IMU ed altri tributi locali. Nella prima colonna bisogna inserire il codice catastale del Comune in cui si trova il terreno (l’elenco completo si può trovare sul sito dell’Agenzia delle Entrate: per esempio, codice di Sassari è I452). La casella della seconda colonna va barrata solo in caso di ravvedimento, mentre quella della terza va barrata solo se ci sono state delle variazioni per almeno uno dei terreni per le quali è necessario presentare una dichiarazione di variazione.

Bisogna barrare una sola tra le caselle della quarta o della quinta colonna a seconda che il pagamento si tratti della rata di acconto o della rata a saldo (si barrano entrambe le caselle solo se si effettua il pagamento in un’unica soluzione). Gli spazi della sesta colonna servono per indicare il numero degli immobili per cui si sta pagando l’IMU. Nella settima colonna bisogna inserire il codice tributo 3914, mentre quella successiva va lasciata in bianco. La nona colonna è quella relativa all’anno di rifermento; nella decima bisogna inserire gli importi debito, mentre quella successiva va lasciata in bianco. Bisogna poi compilare la riga Totale, con la somma degli importi a debito e a credito e il Saldo.