Pubblicato il

Codice tributo 3805: cos’è?

I vari pagamenti che devono essere effettuati tramite modello F24 sono contraddistinti da specifici codici: il contribuente dovrebbe conoscerli per poter compilare correttamente il modulo, ma non è sempre facile ricordarseli tutti. In questa pagina parleremo del codice tributo 3805: cerchiamo di capire cos’è, a cosa fa riferimento e come deve essere utilizzato.

Cos’è il codice tributo 3805: a cosa fa riferimento e quando va usato?

Il codice 3805 è quello che deve essere utilizzato quando si pagano gli interessi dovuti per la dilazione del pagamento dell’imposta regionale sulle attività produttive, ovvero l’IRAP. Questa imposta non viene calcolata sugli utili conseguiti dalla società o dalla persona fisica, ma sul fatturato dell’azienda. I soggetti tenuti al pagamento dell’IRAP devono versare prima l’acconto e poi il saldo.

È comunque possibile richiedere il posticipo del versamento della seconda rata (pagando una maggiorazione rappresentata dagli interessi dello 0,4% a favore del Fisco) o la dilazione della prima rata fino ad un massimo di sei rate mensili (il pagamento deve essere ultimato entro il mese di novembre). Il pagamento rateale comporta l’applicazione degli interessi, che vanno versati separatamente dall’importo dell’imposta.

La compilazione del modello F24 e il pagamento

Il codice tributo 3805 deve quindi essere usato da chi chiede la rateizzazione del pagamento della prima rata dell’IRAP quando paga gli interessi tramite modello F24. La compilazione del modulo è abbastanza semplice: dopo aver compilato la parte relativa ai suoi dati anagrafici e fiscali, il contribuente deve andare nella sezione erario, ovvero quella dedicata alle imposte dirette, all’Iva, alle ritenute alla fonte agli altri tributi e agli interessi.

La prima colonna è quella del codice tributo e bisogna inserire il codice 3805. Nella seconda colonna (rateazione/regione/prov/mese rif) bisogna inserire quattro cifre relative alla rateazione: ad esempio, se si sta pagando la terza di sei rate bisogna inserire 0306. Nella terza colonna va indicato l’anno di riferimento. Nella quarta colonna bisogna scrivere l’importo che si deve pagare, mentre la quinta colonna deve essere lasciata in bianco se non ci sono importi a credito.

Nella riga Totale bisogna indicare la somma degli importi a debito e di quelli a credito; se non ci sono importi a credito nello spazio dedicato al Saldo bisogna inserire l’importo a debito da pagare. Non devono essere compilati dal contribuente gli spazi denominati “codice ufficio” e “codice atto”. Il pagamento può essere effettuato agli sportelli postali o bancari oppure tramite home banking, ma in alcuni casi sarà necessario utilizzare i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate oppure affidarsi ad un intermediario abilitato.