Quanto vale una sterlina? conviene investirci?

La sterlina è senza alcun dubbio una delle monete più importanti: per tantissimo tempo è stata la principale valuta nel commercio internazionale e tuttora viene apprezzata da tantissimi investitori perché la storia dice che si tratta di una moneta stabile; ma al giorno d’oggi questo discorso è ancora valido? Cerchiamo di capire quanto vale una sterlina e se conviene investirci.

Brexit e incertezza politica: conviene investire sulla Sterlina?

Nel corso degli ultimi anni l’aggettivo stabile è stato accostato sempre meno alla sterlina: la lunga trattativa relativa alla Brexit sta creando incertezza e instabilità a livello economico. Per molte persone il peggio però sembra essere passato: il 2016 può essere considerato come l’anno nero della sterlina, che all’indomani del referendum sull’uscita dalla UE ha registrato il calo più importante della sua lunga storia, proseguendo in un sentiero negativo per diverso tempo. Con il passare del tempo la moneta ha riconquistato lo status di moneta “normale” e qualcuno ha ricominciato a puntarci forte, ma il percorso della Brexit non si è ancora concluso e basterebbe qualche intoppo imprevisto nella trattativa per ritrasformare la moneta da “normale” a umorale, incerta e volatile.

Conviene investire sulla sterlina in questa seconda parte del 2018 e nel prossimo futuro? Molto difficile dirlo: l’uscita di un Paese dall’Unione Europea è un evento senza precedenti e fare previsioni appare quanto mai complicato. Tra gli analisti più importanti gira una convinzione: il futuro della sterlina nel medio termine è strettamente collegata alle trattative per la Brexit, ma il discorso merita di essere approfondito. Per il destino della moneta non sarà importante solo che il Regno Unito e l’UE giungano ad un accordo, ma anche il contenuto di questo accordo. Si può presumere che ci saranno rapporti commerciali un po’ più stretti, ma questo è un dato che va inserito in uno scenario politico incerto e caratterizzato da una crescita economica un po’ troppo bassa. Sono tutti rischi che secondo alcuni esperti la sterlina non ha ancora scontato appieno e non si possono escludere ulteriori cali di quotazione.

In linea di massima il pensiero comune è che la moneta del Regno Unito si appresti ad attraversare un periodo di fragilità, quindi la stabilità che è stata parzialmente recuperata in questo periodo sembra destinata a svanire. C’è anche chi dice che il raggiungimento di un accordo soddisfacente da entrambe le parti potrebbe in qualche moto limitare i dubbi creati dall’incertezza politica e la maggior chiarezza potrebbe addirittura portare ad un rimbalzo della sterlina (non si può escludere che la Bank of England possa intervenire in maniera decisa). Tutti gli analisti hanno messo le mani avanti, sottolineando le grandi difficoltà nel fare previsioni di questo tipo, ma a parte alcune eccezioni si nota un certo pessimismo.

Quanto vale una Sterlina?

Insomma, se uno ha deciso di investire sulla sterlina deve tenere conto di tantissimi aspetti (alcuni dei quali difficilmente prevedibili), quindi ci vuole cautela. Nel momento in cui scriviamo la sterlina vale 1,22 euro: sta attraversando un periodo di difficoltà che dura ormai da quasi un mese (complice la crisi del governo guidato da Theresa May, ma anche i dati sull’inflazione hanno dato il loro contributo) e si fa fatica ad essere ottimisti su un orizzonte di breve periodo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close