Posted on

I corsi di contabilità per principianti

La ricerca di un posto di lavoro si fa sempre più difficile: la concorrenza è tanta e i criteri di selezione sono molto rigidi; in alcuni ambiti è anche necessario avere determinate competenze e bisogna colmare le eventuali lacune. Vediamo in quali casi è consigliabile seguire i corsi di contabilità per principianti e quali sono i loro contenuti e le finalità.

Obiettivi e destinatari dei corsi di contabilità per principianti

L’obiettivo dei corsi di contabilità per principianti consiste nel consentire alle persone che li frequentano di acquisire le competenze su un argomento abbastanza ampio e non proprio semplice. Di solito si parte dai principi delle rilevazioni contabili per poi affrontare i discorsi relativi alle normative civilistiche e fiscali ed approfondire i vari aspetti del metodo della partita doppia e delle operazioni di bilancio.

I destinatari dei corsi di questo tipo sono lavoratori (o aspiranti tali) e professionisti che hanno la voglia o la necessità di capire le regole e i principi della contabilità e del bilancio (cose sempre più richieste in campo lavorativo, soprattutto nel campo delle piccole e delle medie imprese) e di essere aggiornati su tutte le novità normative. Alla fine del percorso il frequentante dovrebbe essere in grado di gestire in autonomia la contabilità aziendale e di leggere senza troppe difficoltà un bilancio.

Visto che parliamo di corsi di contabilità per principianti gli argomenti vengono trattati in modo sintetico (per evitare che le lezioni si trascinino per troppo tempo), ma completo (i partecipanti non hanno esperienze pregresse in questo campo e devono essere accompagnati gradualmente in questo percorso). È importante che alla teoria si affianchi un po’ di pratica, infatti la maggior parte dei programmi prevede lo svolgimento di esercitazioni al termine di ogni specifico argomento.

Come scegliere il corso migliore

Facendo una ricerca sul web ci si può rendere conto di quanto sia ampia l’offerta di corsi di contabilità per principianti. Per poter scegliere quello giusto bisogna considerare diversi fattori: innanzi tutto bisogna capire bene da che livello si parte e poi bisogna confrontare se l’obiettivo del corso coincide con quello che ci interessa. Ovviamente molti daranno molto peso al costo del corso, ma sarebbe meglio considerare di più la sua qualità.

Ci sono istituti che propongono corsi online, che sono più comodi perché possono essere frequentati quando si ha la possibilità, e altri che offrono corsi in aula: bisognerà rispettare degli orari più rigidi (e recarsi presso le sedi indicate) e i costi di solito sono un po’ più alti, ma c’è il vantaggio di poter seguire una formazione con lezioni frontali. Anche la durata del corso può essere un fattore che può far pendere l’ago della bilancia verso una determinata soluzione.