Posted on Lascia un commento

Opzioni binarie, la principale sicurezza del campo degli investimenti

È possibile considerare le opzioni binarie come una sicurezza nel campo degli investimenti? E come si può ottenere una rendita che non sia episodica, ma costante nel tempo? Questi sono due interrogativi che ogni aspirante trader si pone prima di aprire un conto con un broker per cimentarsi con il trading online, a causa delle tante falsità che circolano in rete riguardo la fantomatica truffa opzioni binarie che in realtà è soltanto una bufala.

Premettiamo che è senz’altro possibile realizzare dei profitti, soprattutto nel breve termine, tuttavia risulta più difficile preservare il capitale nel lungo termine ed ottenere delle entrate consistenti, tali da poter equiparare le operazioni con le opzioni binarie ad un lavoro part-time o addirittura a tempo pieno. Se ci si prefissa questo obiettivo, occorre adottare un approccio particolare, che vedremo qui di seguito nei dettagli, fornendo anche alcuni suggerimenti.

Le opzioni binarie, per essere remunerative, devono essere interpretate al pari di un investimento, che come tale richiede dedizione ad attenzione costanti. La regola numero uno consiste quindi nell’evitare un accostamento superficiale al trading online: “puntare” degli importi come se si giocasse alla roulette, anche in caso di iniziali vincite, non porterà a benefici nel lungo periodo, in quanto, con questo atteggiamento, ci si metterà unicamente nelle mani della sorte, senza conoscere le leggi del mercato che governano gli andamenti azionari. Senza queste competenze non si potranno prevedere gli eventi finanziari, per poter reagire di conseguenza con gli ordini potenzialmente più proficui, ma si effettueranno delle scelte prive di fondamento e, alla lunga, si prosciugherà l’intero deposito versato.

Regola numero due per trasformare le opzioni binarie in un rendimento sicuro: acquisire padronanza con gli strumenti (possibilmente con un conto demo) ed imparare ad associarli con l’asset e la scadenza più adatta in un determinato momento. Riuscire ad identificare la combinazione giusta tra questi tre fattori risulta essenziale per generare dei profitti interessanti: ad esempio, si potrà associare lo “speed trading” ad un asset valutario che presenti una spiccata volatilità in seguito ad un annuncio macro-economico di forte impatto finanziario; o si potrà optare per una classica opzione di tipo “alto” a medio termine, associata ad un indice (ossia un paniere di titoli) durante una consolidata fase “toro” in un mercato azionario. Nel linguaggio del trading online, tali operazioni prendono il nome di “strategie”.

La terza regola riguarda la gestione del capitale: il cosiddetto “money managament” è un’attività basilare per proteggere i propri soldi, massimizzando i guadagni e limitando le perdite. Alla base di una buona amministrazione con il trading online vi è il principio secondo il quale una perdita nel breve termine non deve essere considerata una sconfitta, bensì un fatto fisiologico che può essere appianato nel medio-lungo termine, applicando le corrette strategie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *