Calcolo disoccupazione: come si effettua e come si richiede?

calcolo disoccupazione

Le persone che hanno involontariamente perso il loro lavoro da dipendente e che presentano determinati requisiti hanno diritto a percepire l’indennità di disoccupazione, ovvero la NASpI; molto spesso nascono dei dubbi per quanto riguarda l’importo e la durata del contributo: vediamo come si effettua il calcolo della disoccupazione e come si richiede.

La durata della NASpI

Si ha diritto alla NASpI per un un numero di settimane che è pari alla metà del numero di settimane in cui il beneficiario ha versato i contributi negli ultimi quattro anni. Sono esclusi da questo conteggio i periodi di contribuzione per i quali sono già stati richieste prestazioni di disoccupazione. La durata massima è fissata a 24 mesi. L’erogazione dell’indennità viene sospesa se il beneficiario trova una nuova occupazione con un contratto di lavoro di durata inferiore ai 6 mesi, mentre viene interrotta del tutto quando il beneficiario perde lo stato di disoccupazione, raggiunge i requisiti per la pensione di vecchiaia o anticipata, acquisisce il diritto all’assegno di invalidità.

Come si effettua il calcolo disoccupazione

Ma veniamo al calcolo della disoccupazione NASpI. Al beneficiario spetta una prestazione pari al 75% della retribuzione mensile media imponibile ai fini previdenziali ricevuta nel corso degli ultimi quattro anni. Questa percentuale è però valida solo se la retribuzione media non è superiore al parametro stabilito ogni anno da una circolare dell’INPS (ad esempio, per il 2019 era 1.221,44 euro). Per le somme più alte, per fare il calcolo della disoccupazione bisogna aggiungere al 75% dell’importo di riferimento stabilito dalla legge il 25% della differenza tra la retribuzione media mensile e l’importo di riferimento.

In ogni caso l’indennità non può essere superiore all’importo che l’INPS svela ogni anno con una sua circolare (nel 2019 era pari a 1.328,76 euro). Dopo i primi tre mesi di fruizione, quindi a partire dal quarto, l’importo dell’indennità inizia a ridursi del 3% ogni mese. Inoltre l’importo della disoccupazione si riduce nel caso in cui il beneficiario svolga un’attività in forma autonoma o come subordinato, purché il reddito ottenuto rientri nei limiti previsti dalla legge. Per sapere maggiori dettagli sulle modalità di calcolo della disoccupazione è possibile visitare il sito ufficiale dell’INPS.

Come richiedere l’indennità

L’indennità NASpI si può richiedere inviando la domanda all’INPS entro 68 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. La richiesta può essere inoltrata solo per via telematica utilizzando i servizi online dell’istituto previdenziale. In alternativa è possibile rivolgersi ad enti di patronato e ad intermediari abilitati, che invieranno la domanda per via telematica per conto del richiedente, oppure telefonate al Contact Center (803164, numero gratuito da rete fissa, oppure 06164164 da rete mobile).

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close