Contratto metalmeccanici 2020: cosa prevede, livelli, malattia e rinnovo

Contratto metalmeccanici 2020

Lo scorso dicembre 2019 è scaduto il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro dei Metalmeccanici: gli incontri tra le parti per la stesura del nuovo contratto metalmeccanici 2020 non hanno ancora portato ad un accordo definitivo. Vediamo quali sono le richieste più importanti e rivediamo cosa prevede il precedente contratto in tema di malattia, rinnovo e livelli.

Rinnovo del Contratto Metalmeccanici: le trattative

Fino al 19 febbraio 2020 le trattative tra Federmeccanica e le delegazioni di Fim, Fiom e Uilm non sono riuscite a fare importanti passi in avanti: il nodo cruciale che ha portato allo stallo è il salario. Vediamo quali sono i punti principali del dibattito confrontando le proposte dei sindacati e le risposte di Federmeccanica:

  • Salario: le richieste sindacali di un aumento pari all’8% dei minimi tabellari, delle indennità di trasferta e della reperibilità non hanno avuto risposta;
  • Relazioni industriali: le parti sono disponibili a trovare un accordo su settori e comparti per trovare le giuste indicazioni per proporre al Governo richieste condivise in merito alle politiche industriali;
  • Partecipazione: c’è la volontà comune di semplificare le correnti norme del CCNL;
  • Politiche attive: c’è la volontà comune di avanzare richiese condivise sulla staffetta generazionale, a patto che non ci siano costi per le imprese;
  • Inquadramento: c’è stata la richiesta del riconoscimento delle nuove competenze e di un adeguamento delle declaratorie e dei profili professionali; la discussione è aperta, ma no è arrivata una risposta;
  • Diritto soggettivo alla formazione: respinta la richiesta di trascinamento delle ore di formazione che le imprese non hanno svolto nel triennio del contratto, ma c’è disponibilità per quanto riguarda nuove iniziative di formazione per le competenze digitali;
  • Patologie gravi: respinta la richiesta di inserire una maggiore tutela per i lavoratori;
  • Salute e sicurezza: respinte le richieste di inserimento nel nuovo Contratto Metalmeccanici di norme più stringenti per i break formativi, la valorizzazione degli Rls e il registro dei quasi infortuni;
  • Mercato del lavoro e appalti: non c’è disponibilità ad accogliere le richieste di maggiore stabilità al rapporto di lavoro e di introduzione di clausole sociali per i lavoratori degli appalti;
  • Orario, conciliazione vita/lavoro e smart working: Assistal e Federmeccanica sono disponibili a prevedere la riduzione dell’orario a fronte dell’introduzione di innovazioni tecnologiche, ma solo se non comportano costi aggiuntivi e se viene garantita alle imprese la flessibilità giusta per rispondere al mercato;
  • Molestie sessuali: le parti sono d’accordo sulla possibilità di rivedere le azioni che possono essere intraprese.

Il contenuto del CCNL Metalmeccanici

In attesa del rinnovo, vediamo cosa prevede l’attuale Contratto Metalmeccanici; dopo una prima parte dedicata all’introduzione, il testo comincia con la Sezione Prima, dedicata al Sistema di Relazioni Sindacali; La Sezione Seconda riguarda i Diritti Sindacali; la Sezione Terza è quella sul Sistema di Regole Contrattuali; la Sezione Quarta è relativa alla Disciplina del Rapporto Individuale di Lavoro ed è ulteriormente suddivisa in vari titoli: Costituzione tipologie, luogo della prestazione e modifiche del contratto di lavoro, Classificazione del personale e particolari tipologie di lavoratori, Orario di lavoro, Retribuzione ed altri istituti economici, Ambiente di lavoro, Assenze, permessi e tutele, Rapporti in azienda, Risoluzione del rapporto di lavoro. C’è poi il Contratto Nazionale per disciplina dell’Apprendistato Personalizzante nell’Industria Metalmeccanica e nella Installazione degli Impianti. Chiudono gli Allegati.

Livelli e retribuzioni minime previste dal Contratto Metalmeccanici

Appartengono alla Prima Categoria (stipendio minimo 1.299,11 euro):

  • i lavoratori che svolgono attività produttive semplici per le quali non occorrono conoscenza professionali, ma basta un minimo periodo dii pratica;
  • i lavoratori che svolgono attività manuali semplici non collegate direttamente al processo produttivo per le quali non occorrono conoscenza professionali.

Appartengono alla Seconda Categoria (stipendio minimo 1.434,01 euro):

  • i lavoratori che svolgono attività per abilitarsi alle quali occorrono conoscenza professionali elementari e un breve periodo dii pratica;
  • i lavoratori che con specifica collaborazione svolgono attività amministrative per le quali non occorrono particolari preparazione, esperienza e pratica d’ufficio.

Appartengono alla Terza Categoria (stipendio minimo 1.590,22 euro):

  • i lavoratori qualificati che svolgono attività che richiedono una preparazione specifica acquisita con diploma di qualifica di istituti professionali oppure con una corrispondente esperienza di lavoro;
  • i lavoratori che con specifica collaborazione svolgono attività esecutive di natura amministrativa o tecnica per le quali occorrono particolari preparazione, esperienza e pratica d’ufficio.

C’è anche la Terza Categoria Super (stipendio minimo 1.624,58 euro), alla quali appartengono i lavoratori che con formazione specifica ed esperienza svolgono con continuità mansioni di tutoraggio formativo, addestramento, affiancamento, attività di team leader (senza potere gerarchico).

Appartengono alla Quarta Categoria (stipendio minimo 1.658,94 euro):

  • i lavoratori qualificati che svolgono un’attività per la quale sono richieste cognizioni tecnico-pratiche su tecnologia del lavoro ed interpretazione del disegno conseguite in istituti professionali e capacità ed abilità ottenute mediante tirocinio;
  • i lavoratori che guidano e controllano con apporto di competenze tecnico-pratiche un gruppo di lavoratori, ma senza iniziativa per la condotta ed il risultato delle lavorazioni;
  • i lavoratori che con specifica collaborazione svolgono un’attività di semplice coordinamento e controllo di carattere amministrativo e tecnico.

Appartengono alla Quinta Categoria (stipendio minimo 1.776,66 euro):

  • i lavoratori che rispetto a quelli della quarta categoria operano con maggiore autonomia esecutiva e competenza operazioni su attrezzature o apparati; sono necessarie conoscenze specifiche sia del lavoro che degli apparati stessi;
  • i lavoratori che guidano e controllano un gruppo di lavoratori senza possedere i requisiti visti in precedenza, ma esercitando un certo potere di iniziativa per la condotta e per i risultati delle lavorazioni;
  • i lavoratori che con specifica collaborazione svolgono attività tecniche o amministrative con adeguata autonomia operativa per le quali sono richieste conoscenza ed esperienza.

Esiste anche una Quinta Categoria Super (stipendio minimo 1.904,32 euro).

Appartengono alla Sesta Categoria (stipendio minimo 2.043,02 euro):

  • i lavoratori tecnici ed amministrativi che con specifica collaborazione svolgono con discrezionalità di poteri ed autonomia nei limiti delle direttive impartite funzioni direttive che non richiedono particolare capacità o preparazione professionale.

Appartengono alla Settima Categoria (stipendio minimo 2.280,84 euro):

  • i lavoratori che con notevole esperienza si occupano di attività di coordinamento di uffici, servizi, enti produttrici oppure svolgono attività di alta specializzazione ed importanza per lo sviluppo ed il raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Appartengono all’Ottava Categoria (stipendio minimo 2.335,50 euro):

  • i lavoratori che svolgono con continuità e con un elevato grado di capacità gestionale, organizzativa e professionale delle funzioni di rilevante importanza e responsabilità per lo sviluppo e l’attuazione degli obiettivi aziendali, per attività di alta specializzazione, di coordinamento e gestione, di ricerca e progettazione, nell’ambito di settori fondamentali dell’impresa. Questi lavoratori hanno la qualifica di quadro.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close