Quanto guadagna un agente immobiliare? Tipologia di contratto e curiosità

Quanto guadagna un agente immobiliare

Dire quanto guadagna un agente immobiliare è molto difficile: al di là della tipologia di contratto che in alcuni casi può essere svantaggiosa ed in altri assolutamente favorevole, le sue entrate possono variare molto in base a diversi fattori che vanno anche oltre alla sua professionalità e alla sua bravura. Priviamo a fare un quadro completo svelando cifre e curiosità.

La tipologia di contratto

Prima di scendere nei dettagli è opportuno precisare che in questa pagina si parla dei guadagni dell’agente immobiliare e non dell’imprenditore che è titolare dell’agenzia: si tratta di figure completamente diverse. Dopo aver superato il corso per agente immobiliare ed aver ottenuto il patentino, l’agente può iniziare a lavorare per le agenzie: il suo contratto però non è quello del classico lavoratore subordinato, visto che nella maggior parte dei casi le sue entrate sono composte da un’indennità fissa a cui va ad aggiungersi un’indennità variabile, data dalle provvigioni che l’agenzia gli riconosce sulle singole operazioni portate a termine.

L’indennità fissa e l’ indennità variabile con le provvigioni

L’importo dell’indennità fissa dipende da diversi fattori: varia sia dalla solidità dell’agenzia che dalla bravura e soprattutto dall’esperienza dell’agente immobiliare (chi riesce a crearsi un nome sicuramente ha un maggiore potere contrattuale); difficile dare delle cifre precise, però si può dire che in media l’importo si aggira intorno ai 1.000 euro, con le agenzie più importanti che riescono ad offrire anche di più, mentre quelle un po’ più piccole magari si tengono al di sotto delle quattro cifre. La parte variabile come detto, è rappresentato da provvigioni calcolate in percentuale sui singoli contratti conclusi; essendo una parte variabile qui diventa ancora più difficile parlare di numeri.

Anche in questo caso le percentuali possono variare (e anche di molto) da un’agenzia all’altra: ci sono quelle più generose che corrispondono all’agente provvigioni lorde che arrivano anche fino al 10%, però ci sono anche agenzia che riconoscono provvigioni più basse, con la media che oscilla tra l’1% e il 3%. Inoltre questa parte dello “stipendio” varia molto anche in base ad altri fattori che poco hanno a che fare con la bravura dell’agente immobiliare: ci sono ad esempio dei mesi in cui è davvero difficile piazzare un colpo ed altri in cui magari è più facile trovare clienti; molto dipende anche dalla zona in cui si opera e dall’andamento del mercato immobiliare.

Curiosità finali: quanto guadagna un agente immobiliare?

Va poi aggiunto che chi sta muovendo i primi passi in questo settore magari si deve accontentare di un semplice rimborso spese e il suo compito spesso si limita ala ricerca di appartamenti ed immobili in vendita o in affitto (anche per i fatto che senza il patentino e senza la partita IVA non concludono i contratti di compravendita). Considerando tutto questo possiamo dire che i guadagni di un agente immobiliare possono variare molto: si passa dai circa 500 euro per i novellini per arrivare fino ai 2.000 o 3.000 euro degli agenti più abili che piazzano qualche buon contratto.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close