Disoccupazione contratto a progetto: si può richiedere? Come funziona?

disoccupazione contratto a progetto

Anche se sembra brutto dirlo bisogna ammetterlo: il mondo del lavoro è popolato da abitanti di serie A e abitanti di serie B (e non è sempre la qualità del lavoratore a definire la serie di appartenenza: le differenze a livello di tutela, di contribuzione e di sicurezza per il futuro in alcuni casi sono molto evidenti; uno dei dubbi più comuni è se si può richiedere la disoccupazione con contratto a progetto. Cerchiamo di capire se è possibile e come funziona il meccanismo.

Si può richiedere la disoccupazione con contratto a progetto?

Ebbene sì, anche i lavoratori che hanno un contratto a progetto hanno diritto all’indennità di disoccupazione: si parla più precisamente della DIS-COLL, una prestazione erogata a sostegno delle seguenti categorie:

  • collaboratori coordinati e continuativi;
  • collaboratori con contratto a progetto;
  • assegnisti di ricerca;
  • dottorandi di ricerca con borsa di studio.

Per avere diritto alla DIS-COLL questi soggetti devono presentare tre requisiti: devono aver perso involontariamente la loro occupazione e devono essere iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata dell’INPS e devono aver versato almeno un mese di contribuzione nel periodo tra il primo gennaio dell’anno precedente e l’evento di cessazione della collaborazione. Non possono richiedere questa indennità i collaboratori che sono titolari di una pensione, chi ha la partita IVA, gli amministratori, i sindaci e i revisori di società e altri enti con personalità giuridica.

Come funziona l’indennità DIS-COLL: durata, importo, domanda

La disoccupazione con contratto a progetto viene corrisposta ogni mese per un numero di mesi pari alla metà dei mesi in cui il collaboratore ha accumulato contributi nel periodo tra il primo gennaio dell’anno precedente fino al momento in cui si è arrivati alla cessazione del rapporto di collaborazione; ad ogni modo la prestazione non può essere erogata per più di sei mesi.

La fruizione della DIS-COLL non dà diritto alla contribuzione figurativa. L’importo dell’indennità è pari al 75% del reddito medio mensile se questo è inferiore ai 1.221,44 euro; se l’importo è superiore a questa soglia, l’indennità è pari al 75% di 1.221,44 euro pi il 25% della differenza tra il reddito mensile e 1.221,44 euro. Ad ogni modo l’importo mensile massimo per la disoccupazione è di 1.328,76 euro. A partire dal quarto mese di fruizione l’indennità si riduce del 3% ogni mese. La disoccupazione viene corrisposta tramite accredito su conto corrente o libretto postale oppure tramite bonifico domiciliato presso Poste Italiane Spa.

La domanda di disoccupazione può essere inoltrata dai lavoratori con contratto a progetto entro 68 giorni dalla data di cessazione della collaborazione; la richiesta si inoltra all’INPS attraverso tre modalità:

  • utilizzando i servizi online dell’istituto;
  • chiamano il Contact Center al numero 803164;
  • rivolgendosi ad enti di patronato o altri intermediari dell’istituto, che gireranno la domanda all’INPS attraverso i loro servizi telematici.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close