Azioni Enel: come investire, vantaggi e svantaggi

azioni enel

Anche se il trading online offre la possibilità di investire in svariati mercati, quello azionario continua ad esercitare un grande fascino: le azioni Enel continuano ad essere tra i titoli più monitorati; come si può investire in questo particolare titolo e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un’operazione del genere?

Presentazione del titolo e della società

Il nome di Enel lo conosciamo tutti: nata come Ente Nazionale per l’Energie Elettrica, nel corso degli anni la società ha subito svariate trasformazioni fino a diventare una multinazionale presente in tutti i continenti e che opera in 35 Paesi del mondo nei campi della produzione di energia e della distribuzione di gas ed energia elettrica. La storia delle azioni Enel ha inizio nel 1992, quando la società diventa SpA e il suo titolo viene quotato in Borsa; le azioni Enel fanno parte dell’indice FTSE MIB. Al momento dello sbarco del titolo in Borsa la società era ancora pubblica: nel 1999 con la liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica è diventata privata, ma il Ministero dell’Economia e delle Finanze detiene ancora il 23,50% del capitale e questo lo rende il massimo azionista.

Investire in azioni Enel: vantaggi, svantaggi e quotazione

Al momento Enel si trova al quarto posto nella classifica dei produttori di energia a livello mondiale; chi decide di investire in azioni Enel deve anche conoscere la concorrenza: EDF, GDF Suez e Datang sono i colossi che precedono la società italiana, che deve guardarsi le spalle da hina Huaneng Group. Bisogna poi prendere in considerazione i vantaggi e gli svantaggi che comporta un investimento in questo titolo. Tra i pro possiamo sicuramente inserire la grandezza e l’importanza della società e l’ampiezza della sua offerta nel campo dei prodotti e dei servizi legati all’energia. Anche la sua organizzazione è un punto di forza, così come la sua presenza a livello internazionale e l’enorme capacità di produzione; la voglia di puntare sempre di più sull’energia pulita è un altro aspetto da non sottovalutare.

Ma ci sono anche dei contro: la dimensione internazionale dell’azienda è un dato di fatto, ma la sua attività è concentrata soprattutto in Europa, mentre la concorrenza è riuscita a farsi largo in altri mercati particolarmente redditizi come Asia ed Africa; proprio la presenza di un’agguerrita concorrenza può rappresentare un altro svantaggio (ma anche una spinta ad operare meglio). Il terzo punto a sfavore è rappresentato dalla reputazione, che in passato ha subito qualche scossone. Nel momento in cui scriviamo le azioni Enel hanno una quotazione di 7,138 euro: nel breve periodo stiamo assistendo ad una fase rialzista, ma si tratta di un titolo abbastanza stabile, con una volatilità giornaliera contenuta.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close