Codice tributo 4730: significato e utilizzo

codice tributo 4730

Ogni tanto capita di imbattersi in qualche codice tributo che non si conosce: non è una cosa tanto rara, visto che gli adempimenti e le relative stringhe di numeri sono davvero tanti e non è affatto semplice ricordarsi del significato di tutti. L’osservato speciale di questa pagina è il codice tributo 4730: scopriamo a cosa fa riferimento e quando si deve ricorrere al suo utilizzo, prima di vedere come si deve compilare il modello F24.

Il significato del codice tributo 4730

Il codice 4370 deve essere utilizzato dal sostituto di imposta quando versa tramite modello F24 l’acconto sulle trattenute IRPEF. Ogni anno bisogna versare un acconto del 100% dell’importo netto che è stato versato per il periodo di imposta precedente; per individuare questo importo bisogna andare a vedere cosa è riportato sul rigo N33 del Modello Unico; se il contribuente presenta la sua dichiarazione dei redditi con il modello 730 il calcolo dell’importo viene effettuato dal sostituto di imposta (l’ente di previdenza si occupa del calcolo per i pensionati).

Se l’importo dovuto è di almeno 103 euro sarà necessario pagare una prima rata di acconto pari al 40% dell’intera somma (la scadenza è prevista per il 16 giugno oppure per il 16 luglio se si accetta di pagare la maggiorazione dello 0,4%) e una rata a saldo entro il 30 novembre; bisogna utilizzare il codice tributo 4730 quando si paga l’acconto e il codice tributo 4731 quando si paga il saldo. Se l’importo è tra i 51,65 euro e i 257,52 euro il pagamento andrà fatto in un’unica soluzione non più tardi del 30 novembre (utilizzando sempre il codice tributo 4730). Se il sostituto di imposta non rispetta i termini per il pagamento può regolarizzare la sua posizione ricorrendo al ravvedimento operoso: in questo modo potrà pagare solo delle sanzioni ridotte (la cui entità varia in base al ritardo con cui si effettua il versamento delle somme dovute).

Come si utilizza il codice el modello F24

Per fare il pagamento dell’IRPEF in acconto trattenuta dal sostituto di imposta è necessario compilare la Sezione Erario del modello F4. Nella prima colonna si inserisce il codice tributo 4730; nella seconda colonna bisogna specificare il mese di riferimento (scrivendo 01 per gennaio, 02 per febbraio, 03 per marzo e così via) e in quella successiva va messo l’anno di riferimento. La quarta colonna è quella riservata agli importi da pagare, mentre la sesta va lasciata in bianco se non ci sono importi a credito. Nella riga Totale ci sono gli spazi per riportare le somme degli importi a debito e degli importi a credito presenti nell’intera Sezione Erario e lo spazio Saldo dove va riportata la differenza tra questi due valori.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close